Skip to content

Non sei il tuo corpo

1441286_389904287823834_3229141730864815323_n

 

 

Per quanto tu possa credere ed essere legato a quell’immagine riflessa in uno specchio non scorgerai mai Anima.
Sei intento a nutrire la tua immagine, la tua mente per compiacere ed essere compiaciuto.
Rammenta quanto ti sto a dire : ” Quando avverrà il tuo distacco fisico avendo sempre alimentato il tuo corpo e mente rimarrai ancorato ad essi, per esserti identificatovi vagherai nel tuo limbo…”
Se ne avessi le capacità riusciresti a vedere Anime vaganti imbrigliate sul pianeta probabilmente per mantenimento del pianeta stesso.
Non c’e’ nessun Salvatore, fratello galattico, madonne…se non la tua Anima resa consapevole da tre risposte che troverai dentro Te :
Chi sono ?
Cosa sono ?
Cosa ci faccio sul pianeta, quale è il mio compito ?
Non sprecare la tua esistenza in disquisizioni di ogni natura per la tua mente, ma ascolta la voce ” non voce” la tua reale vibrazione e’ nel silenzio.

Uomo coltivato

10302098_386819094799020_2374897159051852122_n

L’umanità e nella fattispecie l’uomo e’ una coltura che viene coltivata come una piantina per poi raccoglierne i frutti, il raccolto.
Tutti inquadrati in ordine, in fila pronti alla mietitura e al raccolto o uomo addomesticato hai dimenticato che sei una pianta che nasce spontanea ma che vieni strappata prima di germogliare con le istituzioni come la scuola che serve per uniformati hai dimenticato che sei come erba di un pascolo che nasce e cresce rigogliosa alla quale provvede la natura e non altri uomini.
Riguarda la tua vita a ritroso per capire questo semplice messaggio…dovresti pensare proprio come quando eri bambino ( bambini lo si è sempre) ove è riposto quel modo di pensare intriso di magia “l’immaginazione” e l’immaginazione CREA hanno strappato da te il tuo Essere bambino. Riprenditelo

Misura te stesso

10609437_387623144718615_2266097431814664416_n

Analizza quante parole di amore escono dalla tua bocca.
Ma sappi che le parole nascono dai tuoi pensieri, sono la fonetizzazione dei tuoi pensieri.
E prima di parlare hai già in te il tuo intento, di conseguenza non essere falso con te stesso per esserlo con gli altri. E lo sai perfettamente se il tuo pensiero nasce dalla mente o dal cuore.
” Fai del cuore il tuo pensiero e del pensiero il tuo cuore”

Solo se ti ami puoi amare

10730970_383921171755479_2060645578775522773_n

DEDICATO A TUTTI VOI PER RIFLETTERE E RIFLETTERVI

Come faccio a non amarmi se mi amo troppo !
Solo se mi amo posso amare ed essere amato, niente e nessuno può colmare il mio vuoto, sono io a riempirlo.
Come potrei amare e trasmettere amore se non mi amo ?
Ecco svelato : “ama gli altri come te stesso ( solo se amo me stesso posso amare gli altri ) anche se gli altri non capiranno, mi odieranno, mi offenderanno ma chi se ne frega, chi ama non ha pretese aspettative, interessi, fini…
Posso avere pretese, interessi, finì, verso me stesso ?
Chi si ama ed ama lo fa senza aspettarsi niente, l’amore è la condizione senza condizione
Leggi queste parole col cuore perché sorgono dal cuore per raggiungere il tuo
Ave Anime fratelli e sorelle mie in cammino.

Tu sei la Montagna il tuo eco…

IMG_0826

Tieni a bada la tua lingua, usala solo quando ne sei certo

Prendete Coscienza che siete il prodotto dei vostri pensieri ( se tali siano ) tutto ciò che accade è stato deliberatamente creato da voi per mezzo del vostro pensiero.

“Ora immaginate che siete in montagna urlate a squarciagola sentirete ritornare indietro la vostra voce che rimanderà a voi esattamente quello che avete inviato, siete voi la Montagna tutto ciò che esce dalla vostra bocca vi sarà restituito.”

Allo stesso modo funziona con i pensieri ,se pensate qualcosa o su qualcosa/ qualcuno state pur certi che la realizzerete e in positivo che negativo, non importa il tempo in cui avverrà ma ognuno restituisce a se la sua volontà.

Siate certi prima di pronunciare qualcosa e ricordatevi che siete la Montagna .

Sii come un fiume

Fiume_Roya_Feb2013

Non opporre r-esistenza alla tua esistenza

Sarebbe come sbarrare un fiume, entrate nel vostro fiume, siate fiume per giungere all’oceano per divenire ed essere emissari suoi.

L’ eccipienza in ognuno di noi

Superbia-o-arroganza

L’eccipienza in noi è come fumo che si volatilizza 

L’eccipienza è una inutile e abietta espressione delle personalità: la superbia.

Il superbo agisce per difendere la sua inferiorità rispetto agli altri, che si tratti di idee, di intraprendenza, con il suo comportamento dimostra la sua incapacità cercando di tenere le redini delle situazioni e circostanze.

Con il suo tono perentorio vuole in ogni caso affermare la sua supremazia non accettando le idee degli altri che successivamente le approverà come sue.

insomma non siate eccipienti per riempirvi di nulla

il bene e il male

Bene-e-Male

il bene è il medesimo male e il male è il medesimo bene, sono medaglie identiche inscindibili, ove c’è luce vi è ombra, anzi l’ombra è la manifestazione della luce.

il male è essenzialmente il bene non maturo , i due elementi dualistici divengono UNO nel loro perfetto e armonioso equilibrio.

Una bilancia ha due piatti… e per essere in equilibrio ognuno dei piatti non deve contenere nulla o elementi che  si controbilanciano.

Fate del due UNO e non dell’UNO due…perchè in tal caso si attua la divisione e il dualismo.

Poni a te stesso 4 semplici domande…

20141030_134939

Basta con alimentare la mente.

Poniti 4 semplici domande alle cui avrai una enorme difficoltà nel risponderti.

Sono domande semplici ma di una estrema e imponderabile difficoltà perché non siamo semplici , ma soprattutto non siamo.

Si ricerca sempre altrove con smania e mania di sapere, conoscere, ma si tralascia l’unica fonte Se stessi.

Non siate schiavi delle parole ove hanno impresso in voi una separazione, il Se Superiore non è altrove è dentro di voi, è l’Essere che è disceso in un corpo umano.

Per poter conoscere il Se Superiore bisogna conoscere prima a fondo il se inferiore ( ego) .

E’ nella semplicità che risiede la complessa e difficoltosa magnificenza Conoscenza del Sè

Apologia della Vita

jean-francois-millet-uomo-con-la-zappa-zappa

L’apologia delle nostre vite è la sovrapposizione condensata delle nostre esperienze

Una Vita basata sulle proprie convinzioni e ideologie strutturata su norme e regole porta l’annichilamento del nostro ESSERE.

Chi non osa non sperimenterà mai se stesso, ma sarà piuttosto sperimentato.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.213 follower