Vai al contenuto

pensare e fare

Cosa pensi di fare e’ solo relativo a ciò’ che credi di essere,
Chi è’ non pensa agisce.

mani-col-cuore

 

 

Chi e’ veramente nel CUORE  non dice cosa fare, ma mostra cosa fare .

Non negate gli altri

1622273_550603945037312_795730832_n

 

 

Non ho mai negato agli altri di negare me, nego me stesso per non negare gli altri.
La negazione avviene nel momento in cui qualcosa arreca distonia e disarmonia nella e della propria enfasi interiore, ciò avviene quando non si è’ sufficientemente inerpicati nel proprio profondo, il che non permette l’ignorare le subdole inette e stupide tentazioni perché’non rivestiti di Se’ del proprio Essere, e palesemente si cerca di non fare entrare gli altri in profondità’.
Se si volesse stanare un roditore si avrebbero alte percentuali di successo se fosse a piccole profondità’ piuttosto che in grandi e lunghe profondità’.
Forgiatevi e copritevi della vostra corazza per proseguire il vostro cammino interiore.
Arriverete ad una profondità’ a cui non potranno accedere.

Non rinunciare a niente

1972302_568804766550563_5965573552020845145_n

 

Non rinunciare mai a quello che vuoi, per accontentare o ferire gli altri.
Vivi la tua vita secondo il tuo volere.
Seguendo il tuo sentire.

Se solo fossimo come gli anima-li

10155549_568328986598141_7694585060827190812_n

 

Se avessimo l’empatia degli anima-li. Non ci sarebbe bisogno di incarnarsi per fare esperienza.
Gli anima- li sono stati creati per ricordare noi come dovremmo essere,invece vengono maltrattati, allevati per poi essere mangiati. ( allevare vite per poi sopprimerle )
Quante esperienze dobbiamo ancora compiere per capire.
In un cane o agnellino non ci sono differenze, provate a crescere un agnellino e capirete che è proprio come un cane.
Gli anima- li sono i nostri mentori, consiglieri coloro che rammentano noi purezza, empatia,armonia.
Sii come l’anima-le per ricordare la tua vera origine e natura 

Il bisogno di sentirsi dire quello che si vuole

another_brick_in_the_wall_by_alexmorellon-d4x2kws

 

Le persone vogliono da voi sentirsi dire quello che vogliono sentirsi dire…
Le Anime vogliono da voi sentirsi dire che non c’è’niente da dire.
Le persone hanno bisogno di considerazione , le Anime semplicemente si appartengono.

Aspetto il mio tramonto con intrepida serenità

CAM00095

 

 

Il Risveglio è traumatico per tutti

Quando ci si Risveglia non si riesce più a tornare indietro è un processo irrefrenabile che prosegue sin all’abbandono fisico, quando accade che la mente si apre ad una nuova dimensione, visione. non torna  mai più a quella precedente.

Ci si rende conto che la propria esistenza è stata guidata da altri che speculano sulla nostra esistenza, energia vitale,il processo di adeguamento è dolce e impercettibile per uniformare e dare l’illusione di essere liberi.

Ma cosa significa libertà ? Siamo o non siamo creature del DIO CREATORE ? E se siamo le creature del DIO CREATORE perché non abbiamo diritto sul pianeta ma limitazioni, permessi, obblighi, divieti, concessioni, si capisce che il pianeta non appartiene alle creature ma ad un Gruppo di creature o affini che domina il pianeta con le annesse creature.

Il concetto di libertà è fittizio, illusorio, limitato e delimitato, è inerente e commisurato alla nostra esistenza in vita.

Non si accetta il sistema di oppressione e soppressione dell’Essere Umano, ove viene controllato l’umano per imbrigliare L’Essere, quando riesci a ri-entrare in contatto con il tuo Essere, tutto diventa chiaro, insostenibile, non si può eludere se stessi.

Si comincia a sentire il peso della propria esistenza, aggravato dalle esistenze pregresse, il divario che intercede e consolida l’inesplicabile sostituzione di identità.

In questa esistenza siamo la risultante di tutte le altre, e se ci si Risveglia si avverte il peso, la nausea di cose, vicende viste e riviste, vissute e rivissute, inmancanbilmente si odono le stesse lagne, lamentele, le ripetute illazioni, non è un meravigliarsi la Mente funziona in quel modo nei millenni trascorsi, cambiano solo gli input.

Ma se siam giunti sul piano fisico è per terminare quello che abbiamo cominciato, lo scopo e il fine è tornare a casa, la nostra vera e ineccepibile casa, il ritorno lo si sente dentro a livello mitocondriale nel nostro respiro si avverte il bisogno di respirare l’insondabile e plasmarsi con esso.

Il Padre e la Madre di tutti Noi è L’Universo e la Vita e in noi sono contenuti entrambi, e sapete perché’? Ne siamo parte costituente. Nel frattempo che il mio ultimo tramonto giunga servirò ME stesso per Onorare il Padre e la Madre e ri-tornare a loro divenendo parte infinitesimale del Tutto. anche se vorrei oltrepassare per giungere al NIENTE

La paura è la tua prigione

che-paura1

La paura è un deterrente per l’uomo, agisce sul sistema neurale sulla mente.

La paura è soltanto uno stato emozionale di grande intensità, le emozioni sono induzioni di sostanze chimiche nel sangue che creano lo stato di panico di paura.

“Spesso si vive nella paura soltanto col pensiero, ove si elabora in modo pressante e metodico situazioni in cui si vive una illusoria realtà proiettata dalla nostra psiche, che si preoccupa di conseguenze immaginarie per il più delle volte per sentito dire.”

La paura può derivare anche da esperienze negative, dolorose, traumatiche che si ripresentano nell’imminente evento che ha scaturito l’esperienza anche senza subirla fisicamente la si vive come reale perché si vive nel passato o futuro; nella memorizzazione di quella emozione.

In fin dei conti la paura come tutte le emozioni  non è nulla di reale, di concreto, di sostanziale tangibilità, sono solo elaborazioni del nostro cervello per rendere l’idea sono pensieri.

Il passo è più semplice di quanto possiate immaginare : ” controllare il pensiero ” per non esserne schiavo, per la maggior parte risulta difficoltoso ma con un po di volontà comprenderete che il pensiero non può prevaricare su voi stessi.

La paura è nelle vostre menti e se non sei padrone della tua mente ne sei schiavo.

La preghiera di un Risvegliato

Oh Eterna Essenza che dimori in Me, ho sempre saputo di essere speciale sin dagli arbori della mia infanzia, ti ho sempre sentito, ma nel proseguo della mia esistenza sei stata offuscata dalla miriade di schermature che l’uomo subisce.
Ora ti ho ritrovata, sei stata paziente, perseverante a seguire l’uomo ma ora è’ l’uomo che segue te.
Oh Eterna Essenza indescrivibile e’la gioia e l’onore di contenerti nell’umile tempio, ti chiedo di benedire il tuo tempio e di essere il tuo guardiano.
Grazie per avermi scelto e ricondurmi all’origine ti Amo.

 

1622273_550603945037312_795730832_n

Sei fuoco celestiale e non lo sai

318711

Sei fuoco celestiale che risplende negli abissi più tetri e bui, il tuo splendore irradia illuminando li ove non c’è alba e tramonto.

Il tuo cammino è irto e inerpicato di ostacoli, negli antri e insenature, nei meandri della tua flebil mente che soggiorna su una struttura fraudolenta ove mira a spegnere e non far propagare il tuo fuoco  celestiale.

Sei libero nella tua libertà se far accedere il tuo fuoco o vivere sulla tua non struttura bieca e restia al tuo coinvolgimento di infiammarti plasmandoti con il tuo Essere la tua Essenza.

Non puoi spegnere ciò che arde dentro Te e tanto meno ignorarlo, è ciò che è dentro Te che ti abbandona se non alimentato.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.153 follower